1 Commento

Il festival dell’inedito… sospeso!

Sicuramente avrete sentito parlare del Festival dell’inedito, il festival dedicato ai romanzi inediti che a fine ottobre si sarebbe dovuto tenere a Firenze. Un festival in grande stile, patrocinato dalla città, con sponsor del calibro di Mondadori, Rizzoli, Siae e altri e con lo scrittore Scurati nell’organizzazione.

La notizia si è sparsa in rete a fine marzo e io stesso ne sono venuto a conoscenza perché qualcuno era venuto a pubblicizzare l’evento anche sulla bacheca della pagina Facebook Roba da scrittori.

Ci è voluto però il tempo di un click sul sito ufficiale dell’evento per capire quale fosse il vero intento degli organizzatori.

Lo scouting dei nuovi stili e talenti letterari

così cita lo slogan. Niente di più falso. Alla base dell’iniziativa c’erano prezzi davvero esagerati: 130 € solo per proporre il brano e, se si era così fortunati da esser selezionati, bisognava sganciare altri 400 € (in entrambi i casi è esclusa l’iva).

La rete però diffonde subito la notizia e, per fortuna, gli aspiranti scrittori non sono più guidati solo da una smodata smania di pubblicare ma anche da un buonsenso non indifferente e, sulla pagina Facebook dell’evento sono piovuti i primi commenti negativi relativi ai prezzi.

Lo scrittore in fondo è un imprenditore che investe su sé stesso, non credete?

diceva una loro nota ormai (naturalmente) rimossa. Lascio a voi ogni commento a riguardo.

Intanto la voce è arrivata anche ai quotidiani nazionali e una lettera aperta, firmata da tantissimi scrittori sparsi in tutta Italia, indirizzata al comune di Firenze ha espresso chiaramente tutti i dubbi condivisi, nati in brevissimo tempo.

Conclusione: prezzo iniziale abbassato di soli 10 € e secondo step sceso a 200 €. Insomma, il fine era davvero incassare il più possibile con la quota iniziale.

Il logo del Festival

Oggi infine è arrivata la buona notizia: il festival è sospeso, quasi sicuramente non riuscirà a partire a fine ottobre e non si terrà a Firenze. Perché?
Il comune ha tolto il patrocinio, gli sponsor hanno abbandonato il progetto e l’ideatore, Alberto Acciari, è rimasto solo.

Sul sito, Acciari scrive una lettera in cui, a conti fatti, non conclude nulla, senza trovare il coraggio di dire quello che invece avrebbe dovuto dire. E, nella sezione Come partecipare, ci lascia questo consiglio:

Invitiamo tutti gli interessati a scrivere una mail a ufficio.comunicazione@festivaldellinedito.it per manifestare il loro consenso all’iniziativa.

Certo, lui chiede manifestazioni di consenso, ma in fondo è lo stesso indirizzo a cui inviare, se volete, tutte le vostre perplessità, dubbi, e magari consigli nel caso in cui fosse davvero intenzionato a proseguire questa sua avventura.

Intanto per adesso gli conviene fermarsi un attimo a riposarsi.
Avrà tutto il tempo per riflettere su quanto sia stupido cercare ancora di ingannare la gente sul web.

Antonio
Roba da scrittori 

Annunci

Un commento su “Il festival dell’inedito… sospeso!

  1. Vergognoso. Semplicemente, vergognoso. Non si può giocare con i nostri sogni. Fare cultura è ben altro. E noi siamo parte, sicuramente, di questa cultura.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: